Excite

Valentino, L'ultimo imperatore della moda e dello stile: arriva il libro

  • De Luca Editori D'Arte

Mentre si spengono i riflettori sulla settimana della moda capitolina, in coda alle sfilate di AltaRoma, a Santo Spirito in Sassia, oggi è stato tempo per la presentazione di un volumetto autobiografico di un 'maestro sarto', Sebastiano Di Rienzo, che celebra, allo stesso momento, la storia e la carriera di uno dei più grandi stilisti del panorama nazionale, Valentino Garavani.

Valentino alla Settimana della Moda di Parigi 2013: le foto della sfilata

Alla corte di Valentino, L'ultimo imperatore della moda e dello stile (De Luca Editori D'Arte), raccoglie infatti i ricordi di Di Rienzo, che ha iniziato la sua carriera proprio con un Valentino agli esordi, negli anni '60, lavorando con lui per quattro anni. Quattro anni che hanno segnato indissolubilmente l'attività e la vita del sarto, che con una devozione quasi disarmante in conferenza stampa ha dichiarato di dovere allo stilista, presente in sala e per questo ringraziato quasi con commozione, "la gioia di vivere: mi ha portato bene tutta la vita".

Valentino Garavani, ottant'anni di moda e di stile

L'incontro tra Di Rienzo e Valentino è avvenuto quando il 'maestro' muoveva i suoi primi passi nel mondo della moda, all'atelier di via Condotti, a Roma. Il sarto, come lui stesso ha raccontato, aveva appena 19 anni e veniva "da Capracotta, dall'alto Molise". "Mi presentai alla sua premiere per lavorare. C'erano tanti giovani in attesa. Lui non aveva contatti diretti con nessuno. Ma a me dissero che se volevo potevo cominciare il giorno dopo", ha ricordato Di Rienzo, aggiungendo che però l'indomani non si presentò, perché "intanto era martedì e portava male cominciare un lavoro in quel giorno della settimana, poi avevo un impegno con la mia famiglia e non volevo far vedere quanto avevo bisogno di lavorare".

La collaborazione tra lui e Valentino ebbe comunque poi inizio e "quando ho conosciuto da vicino il maestro l'ho venerato, come tutti, perché Valentino è una persona speciale che non si può non venerare", ha spiegato Di Rienzo. Un'attività andata avanti quattro anni, spalla a spalla, con uno stilista che, seppure agli esordi, era già il perfezionista che tutti oggi conoscono, capace di far disfare e rifare un orlo decine di volte, fino a portare all'esaurimento i suoi collaboratori. Che però, grazie alla dura scuola, hanno imparato molto astuzie e sono diventati negli anni dei maestri sarti, contesi da tutti i principali atelier. Di Rienzo, infatti, oggi insegna all'Accademia dei Sartori e allo IED di Roma, dove è stato docente anche di Pier Paolo Piccioli, uno dei due fashion designer che attualmente lavorano per Valentino.

Ma non solo. L'esperienza con il 'maestro' ha infatti significato anche molto altro per Di Rienzo, come per esempio entrare in contatto con il 'bel mondo' e conoscere miti dell'epoca quali Richard Burton e la moglie Liz Taylor. "Venne in atelier e io andai ad attenderla al portone, ma si ruppe l'ascensore e io non posso dimenticare che fu portata sulle scale dal marito e da una guardia del corpo che fecero un seggiolino con le mani". Aneddoti testimoni di un tempo che fu, che grazie al breve volume di Di Rienzo non saranno dimenticati. Per fortuna.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017