Excite

Tom Ford si racconta in un documentario 'privato'

Tom Ford come non l'avete mai visto. Se volete conoscere veramente l'uomo che si nasconde dietro alla maschera del compassato e talvolta snob stilista e regista statunitense dovrete aspettare fino al prossimo 24 giugno, quando sul celebre Oprah Winfrey Network sarà trasmessa in esclusiva l'ultima fatica cinematografica di colui che è stato riconosciuto come l'artefice del rilancio della maison Gucci.

"Sono introverso", Tom Ford si confessa a Interview

'Visionaries: Tom Ford' è un documentario di un'ora, autobiografico e fortemente intimista, in cui Ford mette a nudo la propria anima e le proprie paure e prova a spiegare la sua visione dello stile e del fashion system. Un'opera girata nel corso di diversi mesi - dal suo ritorno sulle scene della moda donna all'apertura del flagship a Beverly Hills - in cui il grande stilista permette al mondo di scoprire chi è veramente: "è la prima volta che lascio che qualcuno mi riprenda in questo modo" confessa infatti a un certo punto alla telecamera.

Ecco così il professionista iperattivo e superimpegnato che all'alba del primo giorno post Gucci si scopre svuotato, protagonista di una vita che non conosce: "ricordo il giorno in cui ho lasciato Gucci. Era aprile. Sono tornato a casa, ho tirato le tende e sono andato a dormire. La mattina seguente mi sono svegliato e ho guardato l'agenda: di solito era così piena, e invece non c'era niente. Non sapevo chi ero, non sapevo che cosa avrei dovuto essere" racconta in un'intervista esclusiva a Racked.

Una crisi esistenziale che spiega di aver trasposto nel suo primo lungometraggio, il bellissimo 'A Single Man' con Colin Firth and Julianne Moore - "c'è una grossa parte della mia vita" - ma che non è l'unico aspetto della sua anima. A fianco dell'uomo tormentato ce n'è un altro sempre alla ricerca di nuove sfide - come il lancio della collezione di lingerie femminile dopo anni di assenza dal settore - e un altro ancora che comune, quasi banale, non ha vergogna di confessare di avere bisogno di fare la doccia (!) dalle tre alle cinque volte al giorno.

Ma attenzione, se dopo questo documentario pensate di conoscere abbastanza l'uomo Tom Ford tanto da credere di poterlo avere, vi sbagliate. Come spiega lo stesso stilista: "indosso la camicia aperta perché i legami mi danno il malditesta. Posso indossare (le cravatte, ndr) solo per poche ore perché poi mi danno il malditesta".

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017