Excite

Tom Cruise vanitoso, gira per casa in perizoma

  • Facebook Official - Tom Cruise

Dopo quasi 30 anni, Eileen Berlin, la manager che ha scoperto Tom Cruise e ha dato inizio alla sua sfolgorante carriera nel mondo dello spettacolo, rompe il silenzio sugli anni da aspirante star dell'attore e in un'intervista al Daily Mail dà un ulteriore colpo all'immagine del divo, già duramente segnata dall'ennesimo divorzio, il secondo (a quanto pare) a causa della sua appartenenza a Scientology.

A suscitare scalpore, in particolare, la passione di Tom per i G-string - perizomi così succinti che più succinti non si può - e l'abitudine di girare per casa di Eileen e del suo defunto marito con indosso solo queste ridottissime mutandine: "Voleva essere una stella e si comportava come tale. Girava per casa mia in perizoma e nient'altro. Avevo uno specchio a parete e lui si piazzava davanti, flettendo i bicipiti e ammirandosi. Io ero un po' imbarazzata, ma a lui piaceva mostrare il suo corpo: ne andava fiero".

Una 'chicca' che da sola basterebbe a distruggere (quasi) definitivamente la reputazione di Cruise, ma alla quale la Berlin si è sentita in dovere di aggiungere altri ricordi e commenti poco lusinghieri sul suo ex assistito, con lei dal 1980 al 1983, gli anni di Taps - Squilli di rivolta, I ragazzi della 56^ strada e Risky Business - Fuori i vecchi... i figli ballano.

La manager, infatti, dice: "Non sono sorpresa che Katie abbia rotto con lui. Piuttosto sono sorpresa che il loro matrimonio sia durato tanto. Così come sono rimasta sorpresa quando ha sposato la sua prima moglie, Mimi Rogers, e che poi sia rimasto per 10 anni con la seconda, Nicole Kidman". A sentire la Berlin, infatti, "Tom era lunatico e bastava un attimo perché andasse su tutte le furie. Era come se covasse qualcosa che poteva ribollire ed esplodere da un momento all'altro".

Un ragazzo fragile e disturbato, segnato secondo la sua ex impresaria da un'infanzia e un'adolescenza infelici e travagliate, durante le quali è stato picchiato e umiliato dai compagni di scuola per i problemi di dislessia da cui era affetto, abbandonato dal papà e poi messo fuori casa dalla mamma, fino alla volontà di entrare in seminario. Una scelta non portata a termine - per fortuna sua e delle numerose fan - che coincide con la decisione di diventare attore e l'incontro con Eileen.

"Ogni volta che lo vedevo stava con una ragazza, ma non era mai la stessa due volte di seguito. Era come se volesse dimostrare che voleva amare ed essere amato" ricorda la manager, sottolineando la difficoltà di Cruise nel creare rapporti duraturi: "Non avrebbe mai potuto instaurare relazioni di lunga durata, perché quando ha provato a farlo con suo padre, lui l'ha tradito".

Tuttavia, del divo Tom la Berlin ricorda anche la gentilezza e il rispetto nei confronti suoi e del marito, quando viveva con loro: "Era dolce, rispettoso e aveva delle maniere impeccabili. Si rivolgeva a me chiamandomi 'signora' e chiamava mio marito 'signore'", rivelando che "mentre il mondo vede un ragazzo fortunato, felice e ricchissimo, io vedrò sempre il ragazzino" degli esordi e concludendo amara: "Penso che Tom fosse il candidato perfetto per Scientology".

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017