Excite

Robbie Williams: il suo brand Farrell è fallito. La carriera fashion del cantante fa flop

  • Getty Images

Silvia Artana

Mentre la carriera musicale procede tra alti e bassi, quella nel mondo della moda è arrivata al capolinea: Robbie Williams ha infatti dichiarato il fallimento del suo marchio di abbigliamento Farrell, chiamato così in onore del nonno e del suo stile Savile Row. Un flop che in tutta onestà fa dispiacere, perché le prime collezioni del brand avevano dimostrato un certo carattere e, considerati gli esperimenti fashion di altri colleghi dell'ex Take That, erano decisamente di buon livello.

Robbie Williams lancia la sua linea uomo Farrell

Del resto, a fargli compagnia nella sfortunata avventura Robbie aveva chiamato nientemeno che l'ex direttore creativo di Burberry, Ben Dickens, e la mano dello stilista si è vista: nei capispalla in primis, ma anche nei golf, nei pullover e nei cardigan di chiara ispirazione old british. Il fashion business tuttavia è spietato e il cantante ha forse pagato pure la parabola discendente della sua carriera. Per dirla tutta: anche se la collezione di Rihanna viene definita "un orrore porno" dalla stampa specializzata, RiRi è RiRi e tutto quello che tocca diventa oro.

Robbie Williams da Coin Milano per Farrell, la sua linea di abbigliamento uomo

Così, mestamente, Robbie ha dovuto chiudere la boutique in Covent Garden aperta appena sei settimane fa e pure il sito e l'e-commerce: se si clicca su farrell.com, infatti, compare una schermata statica con il nome e il logo del brand, mentre la versione .it è semplicemente scomparsa. La partecipazione di massa e le scene di delirio che avevano accompagnato il lancio del marchio in Italia, organizzato a Milano da Coin esattamente un anno fa, sono solo un ricordo sbiadito.

Da vero gentleman, tuttavia, l'ex Take That non solo non si è sottratto ai media, ma ne ha pure elogiato il lavoro, ringraziandoli per l'attenzione che gli hanno riservato insieme ai principali player di settore. "Voglio ringraziare la stampa e i negozi specializzati per l'attenzione e il supporto alla nostra iniziativa", ha dichiarato infatti Robbie, congedandosi quindi con parole di stima per l'ex socio: "Sono stato abbastanza fortunato da poter lavorare assieme a Ben Dickens. Mi mancherà. Gli auguro ogni possibile fortuna in futuro".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018