Excite

Philipp Plein, armi in passerella a Milano Moda Uomo 2013/2014

  • Facebook

L'uomo dell'Autunno Inverno 2013/2014? Un combattente, anzi: un soldato dell'amore. E' questo infatti il mood della collezione per la prossima stagione fredda presentata a Milano Moda Uomo da Philipp Plein, talentuso stilista tedesco con alle spalle un passato da designer di mobili e complementi d'arredo. Il suo show Only kill for real love ha infatti portato in passerella un uomo d'azione, un vero e proprio eroe del fashion, con tanto di elmetto, maschera antigas, occhiali da aviatore, mitra, fucili e pistole per combattere per il "vero amore".

Philipp Plein a Milano Moda Uomo 2013/2014: le foto della sfilata

Il defilé di ieri sera di Plein al Teatro Alcione di Milano è stato un grande spettacolo di effetti speciali - con ouverture di finto elicottero da cui sono 'sbarcati' vigorosi modelli-combattenti - che ha suggestionato e coinvolto gli spettatori in una storia dove idee, materiali e capi di abbigliamento si sono fusi in un emozionante tutt'uno, dominato da una fisicità prorompente prestata a una nobile causa.

Elisabetta Canalis e Lea T, la modella transgender, per Philipp Plein a Milano

L'Autunno Inverno 2013/2014 di Philipp Plein è dunque una fashion war i cui fashion warriors sono uomini che scelgono uno stile che è un mix di suggestioni militari, hip hop e punk, ovviamente - com'è tipico dello stilista - rivisitate secondo uno stile votato all'high luxury, realizzato attraverso l'utilizzo sapiente di materiali preziosi come pelle di cervo, pitone e coccodrillo, applicazioni di Swarosky e dettagli sartoriali di alta classe, dagli interni in nappa ai sottocolli rifiniti in pitone.

Protagonisti della sfilata i capispalla, declinati in giubbotti, giacche, cappotti e piumini, tutti caratterizzati dalla scelta di esaltare tagli e linee classiche con l'uso di materiali inconsueti, in un gioco di contrasti e abbinamenti inaspettati che rende i capi elegantemente moderni e stilisticamente perfetti. L'idea è quella di un guardaroba concepito per essere impeccabile, ma allo stesso tempo sorprendente, per un uomo che non può concepire una vita senza lusso, senza tuttavia scivolare in stereotipi di mollezza.

Ecco dunque il maschio-guerriero, che porta la sua idea di una moda aggressivamente elegante, dove l'apparenza è ruvida, ma la sostanza raffinata e ispirata a tradizioni antiche, come per esempio i sottogiacca in cashmere e seta, mohair e lana merino, realizzati secondo la scuola di maglieria britannica. Un contrasto, anche qui, netto e affascinante, con le borchie e le catene che invece completano elmetti, maschere antigas e scarpe, e che fanno marciare i modelli in passerella a testa alta al grido di "Regret nothing".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018