Excite

Olimpiadi 2012: Benetton, campagna provocatoria con profilattici

  • facebook

L'ultima volta che avevamo parlato delle campagne provocatorie di Benetton, era stato per la polemica conseguente alla diffusione dei manifesti "UNHATE": progetto nato per sensibilizzare l'opinione pubblica sui conflitti di religione e di potere.

Valentina Vezzali, portabandiera delle Olimpiadi di Londra 2012

La campagna vedeva uomini di potere, spesso con interessi contrapposti e per questo in conflitto, scambiarsi un bacio a fior di labbra, ovviamente grazie a photshop: non venne molto gradito dai diretti interessati, nonostante il nobile fine ed in molte città venne rimosso. Ricordate invece l'immagine della campagna che Benetton realizzò in occasione delle Olimpiadi del 1992? Per l'occasione 5 condoms sono stati disposti nello stesso modo in cui vengono da sempre disposti i cerchi raffiguranti il simbolo delle Olimpiadi.

Gli anelli intrecciati rappresentano l'unione dei cinque continenti, mentre i cinque colori associati (blu, giallo, nero, verde, rosso), più il bianco dello sfondo e sono stati scelti da Pierre de Coubertin perché utilizzati in tutte le bandiere del mondo. Da sempre Benetton è sensibile al tema dell'HIV ed anche in questa occasione, lanciò un messaggio di sensibilizzazione...

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017