Excite

New York Fashion Week uomo 2011: il 'best of'

  • hommemodel.blogspot.com

La New York Fashion Week 2011 è quasi giunta alla sua conclusione e quanto visto in passerella ha dato indicazione su quelle che saranno le mode e le tendenze per la prossima stagione P/E 2012 for men. Minimo comun denominatore delle sfilate sono stati senza dubbio il colore e uno stile essenziale, sobrio ed elegante.

Valentino: indimenticabile karaoke a New York

Proprio come quello di Valentino, protagonista indiscusso di questa edizione non per le sue creazioni, ma per aver ricevuto il prestigioso premio Couture Council Award for Artistry of Fashion 2011 - assegnatogli dal Fashion Institute of Technology (FIT) per i suoi 40 anni di successi mondiali - e per l'esibizione come cantante di karaoke in occasione del party organizzato da Carine Roitfeld per i grandi magazzini Barneys di New York. Indimenticabile.

New York Fashion Week: best of collezioni P/E 2012

Per quello che riguarda le sfilate, la passerella ha indicato tra i trionfatori della New York Fashion Week 2011 senza dubbio Tommy Hilfiger, DKNY e Lacoste. Ciascuna con il proprio stile, tutte e tre le griffe hanno saputo vestire l'uomo in modo raffinato ma non 'serioso', donandogli un allure di affascinante mascalzone: un po' gentleman, un po' Peter Pan.

Tommy Hilfiger è di sicuro quello che ha osato di più. Lo stilista statunitense ha infatti creato una collezione ipercolorata, fatta di accostamenti forti, sovrapposizioni, dettagli inaspettati, stampe camouflage e righe. Tante righe: sottili, spesse, verticali e orizzontali, da abbinare tra loro in modo dissonante o per creare un tutt'uno di grande impatto visivo e stilistico.

DKNY invece ha puntato su una rivisitazione casual del classico. Pantaloni skinny, bermuda multitasche ma dal taglio asciutto, camiciotti slim fit, camicie e parka, da abbinare a cravattini neri e sneakers portate rigorosamente senza calze per un effetto a metà tra l'urban chic e lo school party.

Lacoste: non vogliamo che Breivik indossi le nostre maglie

Lacoste, infine, ha voluto rinnovarsi nei volumi e nelle forme, dando vita a una collezione - firmata dal nuovissimo direttore creativo Felipe Oliveria Baptista - che ha tutta l'intenzione di proiettare il celebre coccodrillo su un palcoscenico fatto di sperimentazione e tradizione senza tempo. Peccato solo per la scelta di togliere il logo da molti dei pezzi proposti: è vero che la firma non è tutto, ma per Lacoste di sicuro è molto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018