Excite

Milano Moda Uomo Giugno 2012: le novità della P/E 2013

  • cameramoda.it

L'edizione numero 82 di Pitti chiude i battenti e passa il testimone a Milano Moda Uomo 2012, la kermesse che anticipa le collezioni P/E 2013 di alcuni dei più prestigiosi marchi del panorama internazionale. Dal 23 al 26 giugno, dunque, il capoluogo lombardo ospita un ricco calendario di eventi, che prevede la partecipazione di 76 griffe, 41 sfilate, 27 presentazioni in showroom e 10 su appuntamento.

Ad aprire le danze, lo scorso sabato, è stato Corneliani, con una linea di blazer di pelle lavorata a effetto seta, seguito da uno dei défilé più attesi della giornata, quello di Jil Sander. Dopo l'addio di Raf Simons per Christian Dior, alla guida creativa della maison è infatti tornata proprio lei, Jil, e ha tenuto fede alla sua fama di regina del minimalismo con una collezione austera e intellettuale.

Di tutt'altro tenore la sfilata di Dolce e Gabbana. I due stilisti italiani, infatti, hanno scelto di rendere omaggio alla sicilianità con un tripudio di coppole, calzoni a vita alta, camicie stampate con pupi e templi della Magna Grecia e scarpe intrecciate, accompagnando l'evento con le note di 'Ciuri, ciuri' in sottofondo e con una coreografia di fichi d'India, ma soprattutto facendo indossare i capi a modelli scelti tra la gente comune dell'Isola, di età compresa tra i 12 e i 42 anni.

Zegna e Carlo Pignatelli, invece, hanno confermato il proprio stile elegante e classico, mentre Ennio Capasa per Costume National ha riportate in auge il New Wave Safari, Frankie Morello ha puntato su 'monelli metropolitani' con tanto di catene d'oro al collo e Donatella Versace ha proposto un uomo in stile gladiatore del terzo millennio.

Un esordio al quale ha fatto seguito una domenica altrettanto 'scoppiettante'. La sfilata di Hamish Morrow, alla sua seconda collaborazione con Dirk Bikkembergs, è stata infatti un vero e proprio 'ritorno al futuro', perché come nell'omonima saga gli uomini vestono capi realizzati in materiali inusuali (alluminio spazzolato e nylon trasparente), di stile sportivo ma taglio sartoriale. Una finestra sul domani che verrà, alla quale hanno fatto da contraltare i Robin Hood in versione sportwear di Bottega Veneta e i classici grafismi lineari di Prada.

Per oggi sono attesi invece, tra gli altri, Emporio Armani, Gucci, Etro, Moschino, Missoni e Fendi, mentre la giornata conclusiva di domani vedrà sfilare DSquared2, Diesel Black Gold, Ports 1961, Enrico Coveri e Giorgio Armani, che dopo le divise per la nazionale italiana alle Olimpiadi di Londra torna alle per lui più consuete passerelle dell'alta moda.

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017