Excite

Milan Fashion Week: Prada spring 2011

C'è chi l'ha definita 'minimal barocca', chi addirittura anti-minimalista segnando senza mezzi termini la svolta decisa rispetto alle precedenti collezioni di Miuccia Prada. E infatti questa nuova primavera estate 2011 della griffe andata in scena a Milano Moda Donna è una curiosa sperimentazione di colori, forme e fantasie, lontana dal passato, eccentrica e divertente.

Le foto della sfilata primavera estate 2011 di Prada

Maniche bombate, scarpe maschili rialzate da improbabili platform e maglie da lavoro rivisitate con un tocco di bizzarra e ironica femminilità, zeppe a scacchi, pellicce multicolor. E ancora sombreri, righe orizzontali coloratissime, occhiali a dir poco eccentrici: benvenuti da 'Miuccia nel paese delle meraviglie'. Lei che, non ce ne voglia, somiglia più alla buffa regina di cuori che alla giovane fanciulla, ha portato in passerella un nuovo mondo fantastico, capace di rovesciare qualsiasi prospettiva. Contro ogni convenzione o rassicurante definizione, la nuova primavera estate 2011 di Prada si scaglia irruenta e destabilizzante.

'Ho cercato di fare una collezione divertente, quasi allegra. Si potrebbe definire un musical, uno di quelli un po' barocchi con accenni al Sudamerica' spiega Miuccia Prada nel backstage della sfilata. 'Non ha senso riproporre oggi il minimalismo, le donne sono cambiate e nessuna ha voglia di sembrare modesta. Al contrario, tutte vogliono sentirsi più belle, più femminili, più sensuali.' Che poi ognuno abbia la sua idea di sensualità, che magari non comprende scimmie, ananas e righe orizzontali da 'stregatto', questo è tutto un altro discorso...

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017