Excite

Michael Phelps testimonial per Vuitton: medaglie a rischio

  • Louis Vuitton-Facebook Official Page

Probabilmente Michael Phelps stava semplicemente mettendo le prime basi della sua nuova vita dopo il ritiro dall'attività agonistica, ma la scelta di posare come testimonial nell'ultima campagna di Louis Vuitton potrebbe costare al campione statunitense molto cara. Per il nuotatore a stelle e strisce si profila infatti il rischio di una violazione dell'articolo 40 del CIO e il ritiro delle medaglie da lui vinte a Londra, quattro d'oro e due d'argento.

Olimpiadi Londra 2012: gli atleti più brutti e i più belli, foto

Per capire meglio la vicenda, è necessario fare un passo indietro. La casa di moda francese ha infatti contattato Phelps prima dell'ultima edizione dei Giochi, perché fosse il nuovo volto della serie di pubblicità intitolata Core Values che, tra gli altri, ha avuto tra i propri testimonial anche Francis Ford Coppola e sua figlia Sofia, Keith Richards e Mikhail Gorbaciov. Una scelta di immagine precisa, alla quale il plurimedagliato campione olimpico avrebbe aggiunto il valore dello sport ad altissimi livelli.

Ritratto da Annie Leibovitz, Phelps compare in due scatti, che lo vedono immerso con costume e occhialini in una vasca da bagno con accanto, posata in terra, una borsa Louis Vuitton, e seduto su un divano in un elegante completo grigio mentre chiacchiera con l'ex ginnasta sovietica Larisa Latynina, la più titolata atleta olimpica (18 medaglie) prima del nuovo record stabilito a Londra dal nuotatore. Un'immagine, quest'ultima, accompagnata dalla didascalia in italiano "Due percorsi. Uno stesso destino".

Insomma, una campagna pensata per sfruttare il fascino testosteronico e allo steso tempo un po' dandy di Phelps, che non avrebbe nulla di male (anzi) se non fosse che le foto che ritraggono il nuotatore hanno iniziato a circolare lo scorso 13 agosto, ovvero in pieno svolgimento delle Olimpiadi, violando l'embargo previsto per l'appunto dall'articolo 40 del CIO, che vieta agli atleti di comparire in pubblicità di qualsiasi genere dal 18 luglio al 15 agosto, pena il ritiro delle eventuali medaglie vinte.

Michael Phelps: le foto da testimonial pubblicitario

Ora, considerato che quelle del nuotatore USA sono ben sei, si capisce come tanto Louis Vuitton che l'agente di Phelps si stiano dando da fare per evitare una simile sanzione al campione. La casa di moda francese, in particolare, ha subito provveduto a diffondere una nota in cui comunica che le foto sono state rubate e diffuse online all'insaputa tanto di Louis Vuitton che di Phelps e anche il manager del nuotatore, Peter Carlisle, ha confermato questa versione a The Associated Press, spiegando che Michael "non ha violato l'articolo 40, è semplice. L'unica cosa che conta è se l'atleta ha autorizzato l'uso delle foto, il solo aspetto su cui ha controllo, e Michael non ha dato la sua autorizzazione", concludendo: "Le immagini non erano ancora state esaminate e tanto meno approvate". Una versione che, se verificata dall'autorità competenti, permetterà a Phelps di tenersi le medaglie meritatamente vinte e di guardare con (rinnovato) ottimismo a un futuro nel fashion system.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017