Excite

Marc Jacobs vs Kidult: t-shirt in edizione limitata per il nuovo graffito. Guerra o pubblicità?

  • Twitter

Continua la guerra a distanza - neanche tanta, in realtà - tra Kidult e Marc Jacobs. Dopo l'attacco dell'anno scorso al negozio dello stilista a Soho, l'artista è tornato alla carica a Parigi, dipingendo sulle vetrine e sui muri della boutique la scritta "$686" e poi twittando sul social: "680? 689?...686?! How much are you going to sell this for? #kidultarmyparis #thisisnotart", ovvero: "680? 689?...686?! A quanto le venderai stavolta?". E qui è doveroso fare un passo indietro.

Cara Delevigne nuda per la campagna di Marc Jacobs

La (seconda) polemica di Kidult nei confronti di Marc Jacobs nasce infatti dal primo graffito dell'artista, che a maggio del 2012 ha vergato la parola "ART" in fucsia sullo store newyorkese dello stilista. Una provocazione alla quale Jacobs ha risposto a modo suo, ovvero facendosi (simpaticamente) beffe di Kidult e realizzando una collezione di t-shirt in edizione super limitata con la stampa della facciata dipinta. Il prezzo di ogni maglietta? 686 dollari, ça va sans dire.

Marc Jacobs e Harry Louis ad Ipanema e la moda degli slip con i cuoricini

Un'iniziativa che secondo alcuni voleva anche screditare il graffitaro, insinuando il sospetto che lui e lo stilista fossero in realtà d'accordo per guadagnarci, e che per altri era invece un'operazione di marketing e commerciale a tutti gli effetti. Qualunque fosse la verità, a quella edizione super chic ne è seguita una seconda, fatta da dal graphic t-shirt designer FRY, che ha pensato (male) di guadagnare dalla situazione realizzando delle meta-magliette che riproducevano in stampa la t-shirt di Jacobs, al costo di 35 dollari. E a quel punto, allora, che è successo? Che pure Kidult ha prodotto una sua linea, con la foto di se stesso mentre dipingeva la scritta "ART", e l'ha messa in vendita a 9 dollari. Insomma, roba da farsi venire il malditesta.

La cosa comunque sembrava finita lì e invece l'altro giorno, a sorpresa, l'artista è tornato alla carica con il graffito di cui sopra, mostrando evidentemente di non avere imparato la lezione. Jacobs infatti ha nuovamente risposto con sense of humour, postando su Twitter: "Direttamente da Parigi Collection la serata inaugurale per la nuova installazione di @therealkidult. Siamo orgogliosi di sostenere l'arte". Più tardi, poi, lo stilista ha twittato la foto di una nuova limited edition di t-shirt con l'ultima scritta, in vendita a 686 dollari "autografate" e 430 "non autografate", scatenando un vero e proprio pandemonio. "Ma come ha fatto a realizzarle tanto in fretta?", si sono chiesti tutti, insinuando (di nuovo) il dubbio-sospetto che Jacobs e Kidult siano d'accordo, a maggior ragione per la postilla dell'autografato/non autografato. Marketing puro o beffa finale?

Non si sa, ma giusto per aggiungere un altro po' di pepe, a partire dalle cinque del pomeriggio di ieri lo stilista ha twittato una serie di scatti di dipendenti della maison con berretti da baseball bianchi con la scritta verde fluo "$686" e il messaggio "celebrando @therealkidult in #Paris stasera. Ci leviamo il cappello davanti a te". Un messaggio di pace? Non si sa, però Marc Jacobs ha concluso spiegando che i berretti saranno in vendita a partire da venerdì nella boutique francese...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017