Excite

Lo specchio? Nemico per il 50% degli uomini

Specchio, specchio delle mie brame, chi è il più bello del reame? Si, questa è una di quelle domande che sempre più spesso si fanno i maschietti, ma un uomo su due vorrebbe gettare questo oggetto ostile nel cestino. Il motivo? Il 50% degli uomini non è soddisfatto dell’immagine che vede riflessa. Nemico giurato delle donne, solo una sparuta minoranza ammette di sentirsi bene con il proprio corpo, ora diventa fonte di insicurezza anche per il pubblico maschile.

Vivienne Westwood e l'uomo con il rossetto, le foto

A riportare i dati di un popolo di cronici insoddisfatti è stata la Società italiana di medicina estetica (Sime), riunitasi a Roma il 7 e l’8 Maggio scorsi in occasione del XXXII congresso nazionale. Gli esperti del settore, dopo aver analizzato i dati, lanciano un preoccupante allarme: il dismorfismo corporeo, ovvero la preoccupazione per un difetto fisico che spesso esiste solo a livello mentale (e quindi solo immaginato), è in progressivo aumento. Un dato allarmante, che probabilmente trova il responsabile più accreditato nei media, in particolare la televisione, rea di proporre modelli caratterizzati da canoni irraggiungibili. E così sono in aumento le persone che ricorrono alla chirurgia per rimediare all’insoddisfazione corporea.

Cosmetici: gli uomini spendono sempre di più

'Chi si rivolge al medico estetico o al chirurgo plastico - spiega Emanuele Bartoletti, segretario generale della Sime - parte da una situazione di disagio. Proprio per questo è importante che il medico disponga di strumenti di carattere psicologico per poter dire 'no' al paziente. Il collega bravo e corretto non si sottrae quando si trova nella condizione di dire al paziente cosa non fare'. Ma quali sono le operazioni che richiede l’uomo e a cui si sottopone con maggior frequenza?

Al primo posto, l’addominoplastica che consente di rimuovere l’eccesso di cute e di grasso dall’addome e di tonificare i muscoli della parete addominale, seguita dalla Blefaroplastica, in grado di correggere palpebre superiori cadenti, borse di grasso e occhiaie che appesantiscono lo sguardo, invecchiando la fisionomia. Non mancano i più comuni lifting per ringiovanire il viso e il collo eliminando segni di stress, sole, cattiva alimentazione e rughe d’età, ma sono molto praticate anche operazioni necessarie per la rimozione di un problema reale. È il caso della ginecomastia, termine che viene utilizzato per indicare la presenza di una ghiandola mammaria insolitamente sviluppata nell'uomo. Si tratta di un difetto estetico di frequente riscontro che può essere fonte di imbarazzo nei rapporti interpersonali e causa di profonde insicurezze. La terapia della ginecomastia è chirurgica e consiste nell'asportazione del tessuto mammario, del tessuto adiposo e talora della cute in eccesso.

Con questo tipo di terapia chirurgica è possibilie conferire al torace un aspetto più tonico e naturale. A ruota tra i procedimenti più richiesti, figurano anche: liposuzione e liposcultura (per ottenere un corpo più armonioso e rimuovere depositi di grasso da addome, fianchi, glutei, cosce, ginocchia, arti superiori, mento e collo), otoplastica, per rimodellare e riposizionare le orecchie; protesi di mento, zigomi e polpacci per modificare forma e dimensioni delle parti migliorando l’armonia e il volume dell’aspetto. Particolarmente in voga anche la rinoplastica (per modificare la forma del naso), il classico trapianto di capelli, che avviene trasferendo una certa quantità di bulbi piliferi provenienti dal paziente stesso da una regione all'altra del cuoio capelluto, ma anche acido ialuronico, collagene, peeling, dermoabrasione e tossina botulinica per rimodellare, levigare e riempire rughe, pieghe, esiti cicatriziali post-acneici e ridefinire contorni sbiaditi dal passare degli anni.

(Foto © Beauty Line Clinic)

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017