Excite

Justin Timberlake: Tom Ford disegna 600 abiti per il 20/20 World Experience Tour

  • Facebook-Getty Images

di Silvia Artana

Uomo fortunato, Justin Timberlake. Non solo ha coronato il suo sogno d'amore convolando a nozze con la super sexy Jessica Biel, ma pure il suo matrimonio professionale con l'inarrivabile Tom Ford procede a gonfie vele. Dopo che lo stilista ha curato la grafica dell'ultimo album del cantante, 20/20 The Experience, lo ha vestito su misura nel video di Suit and Tie e ha realizzato il suo completo da sposo, ora infatti fornisce pure all'ex 'N Sync l'intero guardaroba per il nuovo tour mondiale, iniziato ieri sera a New York.

Vanity Fair, classifica meglio vestiti 2013: con Kate Middleton c'è pure Justin Timberlake

Che tra Justin e Tom ci fosse feeling era chiaro, ma l'ultima collaborazione è di quelle destinate a lasciare il segno. Il gentleman del XXI secolo, infatti, non si è limitato a disegnare gli abiti del cantante per il 20/20 World Experience Tour, ma ha realizzato pure quelli dei membri della band, dei vocalist e dei ballerini, per un totale di 600 pezzi. Un guardaroba monster, insomma, nel cui computo gli 8 completi personalizzati per Justin fanno dire: "Solo?".

Il galateo di Tom Ford: for gentlemen only

Pochini, verrebbe da credere, ma se si pensa che tutti potrebbero (dovrebbero) essere indossati dal cantante durante una sola serata, alla fine bastano e avanzano: neppure Beyoncé o Rihanna cambiano tanti vestiti durante i loro concerti. Ma Justin, si sa, è uno che allo stile ci tiene, eccome, e l'amicizia con Tom Ford lo dimostra. L'ex direttore creativo di Gucci e Yves Saint Laurent, tanto per capirsi, è l'autore del galateo del gentiluomo del Terzo Millennio, colui che nero su bianco ha scritto: "Le maniere sono molto importanti. Bisogna sapere come agire in ogni momento. Aprite le porte alle donne, prendete i loro cappotti e assicuratevi che camminino sul marciapiede dal lato interno alla strada. Quando qualcuno arriva al vostro tavolo, alzatevi per salutarlo".

Perciò, quando uno così dichiara: "Justin ha un grande stile personale e sa quello che vuole, cosa che rende un piacere assoluto disegnare abiti per lui. Ha un talento tremendo e ha un non so che che trasforma senza sforzo l'abbigliamento sartoriale classico in moderno", cos'altro si può fare se non affidargli la realizzazione dell'intero guardaroba proprio e dei collaboratori e/o dipendenti? Tutti ci guadagnano: chi in stile e chi in visibilità. Perché Tom è senza dubbio un grandissimo, ma della marea di fan che va ai concerti di Justin e compra i suoi album c'è bisogno di parlarne?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018