Excite

Jean Paul Gaultier primavera estate 2011

Il fracesissimo Moulin Rouge e il sexy Crazy Horse, la grinta del rock e l'inconfondibile sregolatezza punk, l'eleganza e la preziosità di certi tessuti e materiali squisitamente couture e la spregiudicata provocazione del corsetto fetish: benvenuti nell'Haute Couture firmata Jean Paul Gaultier, una primavera estate 2011 per poche elette, che amano stupire con abiti originali, che per di più costano quanto un'automibile.

Le foto della sfilata di Alta Moda Jean Paul Gaultier primavera estate 2011

Ma a ognuno il suo feticcio, portafogli permettendo, e quello dello stilista francese è decisamente deluxe. Certo è che acquistando uno di questi abiti si può star certi di aver portato a caso un 'pezzettino' del Jean Paul Gaultier più caratteristico, visto che qui, del suo stile inconfondibile, c'è praticamente tutto il repertorio.

In una collezione che potremmo definire punk couture, quello che manca è forse proprio un'ispirazione forte, un mood, un qualcosa che dia un ordine a questo mix&match di tessuti, modelli e colori. Non aiutano certo i nomi di questi outfit ('Anarchy in the UK', 'London Calling', 'Vicious', 'I Am an Anarchist', etc.), ma forse è per questo che Gaultier ha dato ad ognuna delle sue modelle un bel numero, da portare in mano come una pochette. Ironico escamotage per gli amanti del rigore, che su questa passerella difficilmente avranno altro modo di ritrovarlo.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018