Excite

'Jacquards': un filo di storia firmato Antoine Caecke

Per parlare delle mode del momento, spesso dobbiamo dare una rispolverata al passato, riuscendo così a comprendere la nascita e l’evoluzione dei trend in corso. Oggi diamo uno sguardo alla storia antica del Jacquard, tessuto a maglia, con disegni geometrici o figure di vario genere, ottenuto grazie all’intreccio di fili di diverso colore e con un particolare tipo di tessitura. Il nome del telaio deriva dal suo inventore, il francese Joseph Marie Jacquard; e consiste in una struttura capace di eseguire disegni complessi.

Guarda la fotogallery completa

In origine era un semplice telaio a cui, in seguito, si è aggiunto un macchinario per automatizzare la movimentazione dei singoli filati di ordito con un solo tessitore e che, probabilmente, rappresenta la più importante invenzione nel campo dell'industria tessile. Inoltre è stata la prima applicazione ad aver utilizzato una scheda perforata e pertanto è considerato l'antenato del calcolatore.

La miniaturizzazione e la modernizzazione della tecnologia hanno permesso di ampliare notevolmente le possibilità di questo telaio, sia nelle dimensioni che nella velocità di lavoro, arrivando all’incredibile numero di 10.000 fili controllati e un conseguente aumento della possibilità e varietà nel disegno. La complessità di questo procedimento affascinante e della relativa produzione di un maglione 'scozzese' è stata raccolta in ‘Jacquards', un libricino delizioso firmato dall’illustratore francese Antoine Caecke presente sulla piattaforma Flickr con i suoi scatti e che, nelle immagini, mostra l’evoluzione della tessitura.

(Foto © Antoine Caecke)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017