Excite

Quello che non sai su Roberto Bolle

“So di essere una persona fortunata, così lavoro e mi impegno anche per chi nonostante i sacrifici non è riuscito a realizzare i suoi sogni. Io sogno anche per loro”. E ha fatto sognare tutti gli italiani che, durante la serata finale di Sanremo, hanno potuto godere di uno spettacolo unico fatto di arte, mestiere, bellezza e armonia. Roberto Bolle ha stregato tutti riuscendo nel suo intento: dimostrare che la danza classica non è una cosa passata e polverosa. Il suo omaggio ai Queen ha lasciato profani ed esperti a bocca aperta. Ma com’è iniziata la sua carriera? Il debutto di Bolle avviene a 20 anni: è il 1995 e Bolle veste i panni di Romeo. Soltanto un anno più tardi Elisabetta Terabust lo promuoverà Primo Ballerino. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

In occasione di quella che sarà la sua ultima performance al Teatro alla Scala, l’attenzione di Nureyev è attratta da Roberto Bolle. Il maestro gli chiede di mostrargli alcuni esercizi alla sbarra. Alcuni giorni dopo lo chiama per il ruolo di Tadzio in morte a Venezia ma la Scala non dà il permesso a Bolle di accettare l’incarico per la giovanissima età. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

A 22 anni Roberto Bolle si esibisce nella prestigiosa cornice del Royal Albert Hall di Londra davanti alla famiglia reale e, quindi, alla compianta Lady D. Insieme a Altinai Asylmuratova, il ballerino di casa nostra è protagonista di uno spettacolo senza precedenti per la produzione di Derek Deane. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

A 22 anni Roberto Bolle si esibisce nella prestigiosa cornice del Royal Albert Hall di Londra davanti alla famiglia reale e, quindi, alla compianta Lady D. Insieme a Altinai Asylmuratova, il ballerino di casa nostra è protagonista di uno spettacolo senza precedenti per la produzione di Derek Deane. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

Nel 2006 Roberto Bolle è protagonista in mondo visione della cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici Invernali. Dopo 50 anni d’assenza, la manifestazione era tornata in Italia. Così, proprio a Torino (il danzatore è di origine piemontese, ndr). si esibisce in una coreografia di Enzo Cosimi per una suggestiva rappresentazione dell’arte italiana. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

Nel 2009, è il primo ballerino italiano a conquistare il titolo di Principal Dancer presso l'ABT mantenendo il ruolo di étoile della Scala di Milano. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

In virtù dell’impegno speso nei confronti del nostro Paese sul fronte cultura, nel 2012 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nomina Roberto Bolle Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

In virtù dell’impegno speso nei confronti del nostro Paese sul fronte cultura, nel 2012 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nomina Roberto Bolle Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

Dal palcoscenico al set cinematografico: nel 2015 Bolle entra nel progetto “Milano 2015”, docu-film in sei episodi applaudito al Festival del Cinema di Venezia. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

Dal palcoscenico al set cinematografico: nel 2015 Bolle entra nel progetto “Milano 2015”, docu-film in sei episodi applaudito al Festival del Cinema di Venezia. [FOTO: Instagram @robertobolle]

Chi avremmo preferito al posto di Gabriel Garko

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018