Excite

La moda ai tempi del terrorismo: metal detector all'ingresso e pistole in passerella

Se la moda è un’espressione della contemporaneità, in un momento storico come questo, gli stilisti non potevano non pensare alla guerra. D’altronde, i controlli serrati e i metal detector all’ingresso di ogni sfilata parlano molto chiaro rispetto al clima che si respira anche nelle occasioni glamour. L’ispirazione andata in scena alla Milano Moda Uomo 2016 guarda attraverso la lente del fashion system ad un mondo fatto di eroi, combattenti e pistoleri. Così, se Prada propone per l’Autunno/Inverno 2016-2017 giacche da reduci e cappelli da marinaio, Dolce & Gabbana guardano indietro e si lasciano affascinare da un mondo lontano. Si chiama Sicilian Western ed la collezione portata in scena dal duo che, passerella dopo passerella, trova nuove strade per celebrare l’italianità. Stavolta, però, si svolta all’angolo dell’unconventional con capi intessuti di stampe con armi e ferri di cavallo.

Street Style al Pitti Moda Uomo 2016

I pistoleri 2.0 si specchiano nei loro i-pad e indossano capi realizzati in pelle, velluto e pelliccia con richiami floreali e angeli che si alternano personaggi da saloon presi direttamente da Cartoonia. Dolce & Gabbana spezzano la tensione con l’ironia mettendo in scena un Western Made in Italy. E quelle pistole ricamate su camicie e capispalla non possono che essere lette in uan sola direzione: fate la moda, non fate la guerra. [FOTO: Facebook]

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017