Excite

Elezioni 2013: dal Movimento 5 Stelle alla Lega, lo stile in Parlamento

Lo tsunami-Beppe Grillo ha travolto la politica italiana e il Movimento 5 Stelle si prepara a portare in Parlamento un radicale rinnovamento per quanto riguarda il modo di pensare, di agire e... di vestire. Eh già, perché i grillini sono anticonvenzionali in tutto, abbigliamento compreso. A partire dal loro leader - che si è presentato al seggio con occhialoni scuri a goccia e rigorosamente senza cravatta - fino a Federico Pizzarotti (sindaco di Parma) e Giancarlo Cancelleri (capogruppo M5S in Sicilia), tutti i militanti del Movimento infatti mostrano di prediligere un abbigliamento casual e informale. Foto da Getty Images e Facebook Official.
Una novità anche questa nel paludato mondo della politica italiana, dove a farla da padroni fino a oggi sono stati completi impeccabili, mesti maglioncini e giacche più che sobrie tristi, con qualche punta di stile nei capispalla e nei vestiti indossati dall'ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi - da sempre un amante del doppio petto - e nei dettagli glamour mostrati di tanto in tanto da Pierferdinando Casini.
Pierluigi Bersani non brilla certo per originalità (nel modo di vestire e non solo) e qualche volta si è pure fatto 'pizzicare' con sottogiacca che ne sottolineano il fisico non proprio scultoreo (dicesi 'pancetta').
Pierluigi Bersani non brilla certo per originalità (nel modo di vestire e non solo) e qualche volta si è pure fatto 'pizzicare' con sottogiacca che ne sottolineano il fisico non proprio scultoreo (dicesi 'pancetta').
Angelino Alfano segue le orme del suo adorato leader in tutto, ma non avendone il carisma (nel bene e nel male) sembra sempre un po' spaesato nei completi sartoriali che indossa, che poi - orrore! - magari decide pure di coprire con terribili giacconi informi.
Mario Monti di certo non ha portato alcuna innovazione nel look parlamentare (anche se il loden ha sempre un suo fascino), mentre in passato le Aule di Montecitorio hanno visto un tentativo di 'estrosità' negli occhiali dalle montature bizzarre e colorate di Roberto Maroni (in corsa per le regionali in Lombardia). Ma neppure la Lega Nord è mai stata maestra di stile (non maschile comunque, se per converso si apprezza quello di Nicole Minetti): chi si ricorda infatti le improponibili mise di Renzo Bossi, che osava sfoggiare jeans attillati su un fisico non esattamente da sportivo, abbinati a giacca e sneakers? Per fortuna mai in Parlamento, ma in Consiglio Regionale sì...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017