Excite

Cina Fashion Week 2009/2010: Qi Gang di SEC

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

La talentuosa stilista incanta ancora una volta il parterre della Settimana della Moda in Cina: Qi Gang di SEC, da molti considerata la John Galliano orientale, è una delle più grandi promesse della moda cinese, eletta anche Stilista dell'Anno alla scorsa Fashion Week. Abiti preziosi ed opulenti, gonne a corolla, ampio uso di tulle, seta e colori sgargianti ricordano infatti la haute couture Dior degli ultimi anni che, in una delle passate collezioni, si era peraltro anche palesemente ispirata alla moda cinese

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019