Excite

Dolce e Gabbana assolti dall'accusa di evasione fiscale: per la Cassazione “il fatto non sussiste”

  • © Getty Images

Dolce e Gabbana sono innocenti. Si è finalmente concluso l'incubo che aveva coinvolto gli stilisti di Milano in un'accusa che sembrava potesse mettere a rischio il loro enorme potere nel mondo del fashion ma che, secondo la giustizia, non ha ragione di esistere.

Leggi la lettera d'amore di Stefano Gabbana a Domenico Dolce

I due stilisti infatti, son stati assolti dall'accusa di evasione fiscale che li aveva travolti, riscattando definitivamente l'immagine della maison. La Cassazione ha infatti stabilito perché secondo la corte “il fatto non sussiste”.

La decisione della Cassazione ribalta e annulla senza rinvio la sentenza della Corte d'appello, che lo scorso 30 aprile aveva inflitto a Domenico Dolce e Stefano Gabbana una condanna di un anno e sei mesi. Alla coppia era stata imputata la creazione di una società fantoccio in Lussemburgo per evitare il pagamento delle tasse.

Ad annunciare la fine di questo incubo sono stati gli stessi stilisti, che hanno pubblicato sul loro profilo Facebook il comunicato dell'azienda e un commento della coppia: “Siamo sempre stati onesti e siamo estremamente fieri di questa convalida da parte della Corte di giustizia italiana. W L'Italia". Una manifestazione di gioia, e un messaggio di amore per il proprio paese, che Stefano Gabbana ha ribadito anche sul suo account personale Twitter.

Se la sentenza di assoluzione per i due stilisti e per il commercialista Luciano Patelli è senza rinvio, diversa è la situazione per il fratello di Domenico Dolce, Alfonso, per cui la condanna è stata annullata per rinvio. La vicenda comunque è destinata a chiudersi definitivamente anche per lui, visto che la prescrizione arriverà a novembre.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017