Excite

Come copiare lo stile di Fabrizio Corona

Fabrizio Corona: o si ama, o si odia. E' un personaggio così estremo, infatti, da suscitare necessariamente reazioni forti. E drastiche. Sono in molti a criticarlo e/o detestarlo, questo bisogna dirlo; d'altra parte, però, è anche folta la schiera di coloro che lo ammirano. E non si parla solo del gentil sesso: no, anche parecchi uomini lo guardano con un mix di simpatia, curiosità e stima. Perché è un ribelle, perché è uno che sa come farsi notare. Perché ha fascino da vendere. A proposito di fascino: come copiare lo stile di Fabrizio Corona? Ecco le risposte.

Fra quotidianità e occasioni pubbliche

C'è una premessa indispensabile: esiste il Fabrizio delle occasioni pubbliche (processi compresi) e il Fabrizio in versione informale, che se ne va a spasso con la sua Belen Rodriguez ed è comunque consapevole di avere molti sguardi addosso.

Nel primo caso, il suo look si ispira a quello dei gangster: completi eleganti (preferibilmente gessati), scarpe lucide, camicia inamidata (con o senza cravatta, in tribunale la mette sempre...), fazzoletto nel taschino. A completare il tutto, ecco un prezioso orologio in bella vista, qualche anello e braccialetto e, quando è particolarmente ispirato, anche gli occhiali da vista. La barba tende a essere un po' incolta, così fa più l'effetto da uomo-che-non-deve-chiedere-mai. Ah: se è estate, niente calzini.

Poi c'è il Fabrizio di tutti i giorni. Imitarlo, in questo caso, è più semplice e meno dispendioso: bastano un paio di jeans, scarpe da tennis, felpe e camicie (rigorosamente fuori dai pantaloni). Nella bella stagione, via libera a t-shirt con scollo a V e canotte corredate da collane di ogni lunghezza. Importantissimo anche lo sguardo. Sì, perché un completo libretto d'istruzioni su come copiare lo stile di Fabrizio Corona deve comprendere anche l'obbligo a mostrarsi con un piglio deciso, ma anche un po' pigro e strafottente.

Obbligatori i tatuaggi

Infine, i tatuaggi. Senza quelli, l'impresa non può andare a buon fine. Il giovanotto siciliano ne ha decine, ma non occorre arrivare a tanto. Possono bastare anche due o tre, posizionati in zone del corpo facilmente visibili. E i capelli? Tramontata l'era del codino, adesso lui esibisce un taglio corto e oscilla fra un abuso di gel e il... "ciuffo libero". Ecco, abbiamo visto come copiare lo stile di Fabrizio Corona. Adesso non resta che passare dalla teoria alla pratica.

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017