Excite

Bulgari, evasione fiscale per 70 milioni di euro

  • Getty Images

La Guardia di Finanza ha messo Bulgari nel mirino e ora la casa di moda italiana rischia guai seri. Secondo le Fiamme Gialle, infatti, il marchio fondato nel 1884 dall'argentiere greco Sotìris Voùlgaris e acquisita nel marzo del 2011 dal Gruppo LVMH avrebbe sottratto al fisco qualcosa come 70 milioni di euro di imposte non versate.

Bulgari Serpenti, la collezione di orologi e gioielli iconica: foto

Una cifra enorme, nella quale i finanzieri si sarebbero però imbattuti per caso, nel corso di un controllo ordinario su dati 'noti' relativi all'andamento dell'azienda e alle più recenti vicende che hanno visto la holding francese diventare proprietaria del 98% delle azioni Bulgari con un'operazione di cash-and-share del valore di 1.4 milioni di euro. Proprio da ispezioni di routine sul bilancio e sugli ultimi movimenti economici del brand sarebbe infatti emerso un sistema per nascondere la reale portata del fatturato al fisco del Belpaese.

In base alle informazioni raccolte dalla Guardia di Finanza, l'amministrazione di Bulgari avrebbe "estrovertito" gli utili all'estero, facendoli transitare su società con base in Lussemburgo e Irlanda, due paesi caratterizzati da un sistema di tassazione agevolato. In questo modo l'azienda avrebbe aggirato il pesante carico fiscale previsto invece in Italia, mantenendo nel Belpaese solo le perdite e arrivando così a risparmiare l'ipotizzata cifra di 70 milioni di euro e a ottenere un "risultato netto" stimato "pari a 9.1 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto alla perdita di 7.7 milioni di euro riportata nel primo semestre 2010".

Le indagini delle Fiamme Gialle sono andate avanti per tutto il mese di dicembre 2012 e si sono concluse con una relazione consegnata al procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani in cui per Bulgari si ipotizzano i reati di dichiarazione infedele e omessa presentazione della dichiarazione. Accuse che però il presidente delle divisione orologi e gioielli di LVMH ha sdegnosamente respinto: "Abbiamo sempre rispettato le normative fiscali in Italia e all'estero".

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017