Excite

Biografia Gianni Versace: una vita per la moda

Leggendo la biografia di Gianni Versace si capisce subito che la passione dello stilista per la moda si accese fin da bambino, grazie al lavoro della madre come sarta. La sua vita trascorse tra le passerelle e fu arrestata dalla mano di un serial killer, probabilmente legato alla malavita organizzata calabrese.

Dalla nascita alla morte: una vita all'insegna dello stile

Diamo uno sguardo alla biografia di Gianni Versace. Nato a Reggio Calabria il 2 dicembre 1946, Gianni Versace ha incontrato da bambino il mondo dell'abbigliamento. Sua madre, infatti, era una sarta e in quello che all'epoca era il suo piccolo negozio nella città calabrese oggi si trova una boutique Versace. Per seguire le sue aspirazioni legate alla moda, Gianni Versace si trasferì a Milano quando aveva 25 anni; qui iniziò a disegnare abiti per Callaghan, Genny e Complice.

La prima collezione di moda firmata Gianni Versace fu presentata nel 1978 e solo qualche anno dopo, nel 1982, vinse il suo primo premio come stilista, l'Occhio d'oro. Intanto, la sua arte nel creare abiti viene messa al servizio del teatro: iniziano collaborazioni con vari teatri di fama internazionale, tra i quali spicca la Scala di Milano, disegnando i costumi di scena.

Nel 1984 Versace inaugura il suo primo profumo, Versace l'Homme, mentre lo stile della moda firmata Versace è sempre più apprezzato. Lo stilista viene invitato al Victoria and Albert Museum di Londra per tenere una conferenza sul suo stile. Nel 1986 Gianni Versace è nominato Commendatore della Repubblica Italiana, mentre il presidente francese Chirac gli da l'onoreficenza Grande Medaille de Vermeil de la Ville de Paris.

Il 1995 è un anno importante per lo stilista. La sua linea giovani è presentata a New York. Intanto, lo stilista finanzia presso il Metropolitan Museum of Art una mostra d'alta moda e aiuta la fondazione per la ricerca sull'AIDS collaborando con Elton John. Molte le collaborazioni con celebri fotografi, come Avedon e Weber, e con celeberrime top models, come Naomi Campbell, Claudia Shiffer, Kate Moss e Cindy Crawford. L'amore della sua vita è stato Antonio D'Amico, anche lui stilista.

1997: l'omicidio dello stilista

La biografia di Gianni Versace si conclude nel 1997, anno della sua morte. Mentre si trovava a Miami Beach fuori la sua villa, lo stilista è assassinato da Andrew Cunanan, un serial killer tossicodipendente, suicidatosi prima di essere arrestato. Anni dopo si capì che l'omicidio era legato a debiti nei confronti della 'Ndrangheta. Nel 2004, Elton John ha dedicato all'amico un concerto tenuto presso lo stadio di Reggio mentre nel 2007 è andato in scena, presso la Scala, il balletto "Grazie Gianni con amore" realizzato da Maurice Béjart.

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017