Excite

Sarah Burton per McQueen: la scarpa è fetish

La scorsa primavera estate era stata la volta delle Armadillo, scarpe più simili a un'opera d'arte che a una calzatura, che avevano scatenato una vera e propria rivoluzione in passerella, con ben tre modelle che si erano rifiutate di indossarle temendo di cadere dall'incredibile plateau che, con il tacco, arrivava fino a 20 cm.

Oggi, a un anno dalla morte di Alexander McQueen, che si è tolto la vita impiccandosi nel suo appartamento di Londra l'11 febbraio 2010, tocca a Sarah Burton rinnovare i fasti creativi di colui che era stato definito l'hooligan della moda per le sue idee geniali, spregiudicate e folli che avevano letteralmente preso a cazzotti il comune senso di intendere lo stile. E per quello che si è visto in passerella, la nuova collezione autunno inverno 2011-2012 non tradisce lo spirito dell'irruento McQueen.

La collezione p/e 2011 di Sarah Burton per Alexander McQueen

La Burton propone sandali, stivaletti e stivali dal tacco vertiginoso e dal plateau altissimo con lacci, borchie e borchiette a sottolineare lo stile rock eccentrico tanto caro a McQueen e apprezzato anche da un'icona fetish come Lady Gaga, che non ha esitato a calzare le armadillo nel video di Bad Romance. La collezione è interamente declinata nei toni del nero e del bianco, con un'unica concessione a un tessuto stampato in rosso e blu, e i materiali usati sono la pelle, il pitone, la pelliccia. Dettaglio glam che fa dire "toh, è proprio una scarpa alla McQueen" i plateau tagliati nella parte posteriore a formare un tacco metallico, robotico, aggressivo, con tanto di picca che spunta a metà altezza. Una grande creatività innovativa ed eccentrica alla quale di sicuro la Burton dovrà rinunciare per il suo prossimo impegno: l'abito da sposa di Kate Middleton.

 (foto © AlexanderMcQueen)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017