Excite

Addio hipster: i nuovi protagonisti sono i Merman. Quando il colore è una filosofia di vita

  • Facebook

Sembrava fosse una moda destinata e durare ancora a lungo. Da quando il fascino hipster ha fatto irruzione, abbiamo perso il conto delle barbe che hanno iniziato a prendere forma sui volti degli uomini accompagnati da baffi alla Salvador Dalì. Poi è arrivato il colore, grande protagonista dell’Estate 2015, e si è insinuato non solo nel guardaroba ma anche nelle proposte di hair style.

E così, insieme al vento caldo di fine giugno, soffia un nuovo trend che pare dire addio ai “semplici” hipster. L’uomo nuovo è il “merman”: barba e capelli si accendono di toni sorprendenti e intingono il pennello in una tavolozza tutta fluo. Letteralmente, merman significa “tritone”, sarà che il maschio 2.0 vuole sguazzare nelle nuove tendenze e diventare un vero sirenetto a scapito, forse, di un po’ di virilità.

La rivolta non autorizzata del modello: "Uccidete Angela Merkel"

Ma, in fondo, non stupisce neppure questo: le ultime passerelle parlano forte e chiaro: la moda è sempre più androgina e non ci sono solo donne in gonnella e uomini in pantalone. Tanti stilisti, ormai, cedono al fascino dei guardaroba “open”: abiti versatili e adattabili tanto per lui quanto per lei. Pitti Uomo Immagine 88, che ha abbassato il sipario soltanto qualche giorno fa, si è aperto proprio sotto questa nuova stella. E il look, si sa, è fatto di dettagli: dagli accessori al modo di acconciare i capelli.

Così, il giallo, il viola, il fucsia, l’azzurro si sono fatti spazio tra barba e capelli. Un piccolo ritorno al passato sulle note di mio mini pony che conquista trend setter di tutto il mondo. E, ovviamente, nell’epoca 2.0, non poteva mancare l’hashtag ad hoc. I social impazzano al ritmo di #MermanHair e i selfie si sprecano. C’è chi opta per un monocolor barba-capelli e chi si sbizzarrisce a sperimentare abbinamenti e contrasti. La vita è a colori. La barba pure!?

lui.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017